Via Trieste, 40 - 21030 Brinzio (Va) - Tel: 0332.435386 - Fax: 0332.435403  - Email: info@parcocampodeifiori.it
Home > Ente Parco > Il Territorio del Parco

Il Territorio del Parco

Il Territorio del Parco

Il Parco Naturale Regionale Campo dei Fiori è situato pochi chilometri a nord della città di Varese. Istituito nel 1984 ed ampliato nel 2009 si estende per circa 6.300 ettari sul territorio di 17 comuni e 2 Comunità Montane in Provincia di Varese. La sede dell’ Ente di gestione del Parco è situata a Brinzio, unico comune il cui territorio è completamente inserito all’ interno dell’area protetta insieme a Masciago Primo.

Il Parco comprende due massicci montuosi: il Campo dei Fiori e il Martica-Chiusarella. Il primo occupa la parte occidentale del territorio del Parco e si affaccia con le sue pendici meridionali sul Lago di Varese. L’orientamento da est ed ovest consente a chi proviene dalla pianura padana di riconoscerne immediatamente l’ inconfondibile profilo e le sue cime, dalle quali si gode uno stupendo panorama sull’ arco alpino e sulla pianura. La vetta più alta è Punta Paradiso (1227 m.). Il massiccio del Campo dei Fiori è formato da rocce di natura carbonatica nelle quali l’ incessante opera erosiva dell’ acqua ha dato origine a ben 130 grotte, per uno sviluppo complessivo di oltre 30 km. Il secondo massiccio abbraccia il confine orientale del Parco, con due cime che si susseguono in direzione sud-nord: il Monte Chiusarella (912 m.) ed il Monte Martica (1025 m.). I due massicci principali sono separati dalla Valle Rasa che unisce la Valcuvia alla Valle del fiume Olona, la quale prende nome dall’omonimo fiume che nasce alla Rasa di Varese. All'interno del Parco sono istituite 6 Riserve naturali che racchiudono gli ambienti più importanti e caratteristici: le Riserve naturali Lago di Ganna, Lago di Brinzio, Torbiera Pau Majur e Torbiera del Carecc con le principali zone umide del Parco; la Riserva del Monte Campo dei Fiori con il suo articolato sistema carsico ipogeo; la Riserva della Martica-Chiusarella con gli ultimi lembi di prato magro, ricchi di rarità di flora e fauna invertebrata. Meritano poi una visita gli 8 Monumenti naturali disseminati nel territorio del Parco, piccole gemme di particolare interesse naturalistico. Tutto il Parco è facilmente visitabile attraverso i suoi 20 sentieri principali adeguatamente segnalati. L’area è attraversata da sentieri di più lunga percorrenza come il sentiero europeo E1, il sentiero del Giubileo, la Via Verde Varesina, l’ Anulare Valcuviano.